Ecco come l’Intelligenza Artificiale rivoluziona la fotografia

Il mondo sta cambiando molto velocemente, ma non è solo Internet il motore di questa rivoluzione. Anche l’Intelligenza Artificiale sta facendo la sua parte, in tutti i settori: dall’industria ai servizi, arrivando fino al mondo dell’arte.

Intelligenza artificiale e fotografia: un binomio rivoluzionario

Se la maggior parte dei progressi nel campo della fotografia, fino ad oggi, hanno trovato come campo di applicazione quello dell’ottica, le cose stanno cambiando: con l’Intelligenza Artificiale il progresso tecnologico prescinderà dalle leggi della fisica. Basta pensare ai nuovi strumenti come il riconoscimento facciale o di immagini, oppure al lavoro di elaborazione del file.

Grandi aziende, grandi cambiamenti per i consumatori

Non è datata la notizia dell’introduzione da parte di Apple di un chip nel motore neurale dell’Iphone, un sistema progettato per sostenere la passione di molti di noi. Allo stesso tempo, e allo stesso modo, anche Google ha preso questa direzione, puntando sul sistemi che permettono il miglioramento automatico dell’immagine e la conseguente elaborazione.

Subito dopo anche Huawei ha presentato sul mercato uno smartphone con ben 4 telecamere e nuove funzionalità, per esempio il riconoscimento di immagini in tempo reale divise in ben 19 categorie (volti, animali, paesaggi, oggetti e così via). L’intelligenza artificiale, in tutti questi sistemi, ha il compito di eliminare il rumore dalle immagini fino a renderle quasi perfette. Con un semplice click.

Fotografia professionale e Intelligenza Artificiale

Se la maggior parte delle novità, come è ovvio che sia, riguardano il vasto mondo dei consumatori, con l’Intelligenza Artificiale abbiamo visto anche fantastici sviluppi dedicati ai professionisti della fotografia, a cominciare dalla parte di elaborazione della foto, subito dopo lo scatto. Un esempio su tutti è l’elaborazione RAW, per la quale siamo arrivati al recupero di file anche estremamente sottoesposti. Ma in futuro questa tecnologia consentirà di migliorare le immagini catturate da fotocamere mirrorless e da droni, nonché da telecamere di sorveglianza.

Ottimizzazione della foto e applicazioni di miglioramento immagini e stampa

Grazie all’Intelligenza Artificiale siamo arrivati a un livello di ottimizzazione della foto superiore a qualunque aspettativa, con il quale per esempio sarà possibile ingrandire e stampare anche su grandi formati fotografie scattate da smartphone, naturalmente con qualità e nitidezza pari a quelle di uno strumento professionale.

Foto più piccole, foto più belle

Anche le dimensioni contano, almeno nella fotografia: tra non molto sarà possibile comprimere le nostre foto fino a 10 volte i livelli attuali, senza comprometterne la qualità o rischiare la perdita di dati. In questo senso, Apple ha già risolto parte delle necessità di noi consumatori l’anno passato, con l’introduzione del file HEIF, che consente di ottenere immagini di qualità superiore rispetto a un JPEG ma occupando circa la metà della dimensione. Un traguardo utilissimo, soprattutto quando parliamo di applicazioni destinate si sistemi di fotografia aerea.

Quando i consumatori aiutano il mondo della fotografia professionale

Gli ultimi progressi nel campo della fotografia digitale sono avvenuti a una velocità straordinaria, e il merito è soprattutto del vasto pubblico del consumo di massa. Grandi aziende come Apple, Google e Huawei infatti hanno finanziato la ricerca nel settore per dotare i propri dispositivi smartphone di telecamere più potenti, chip all’avanguardia e sistemi di Intelligenza Artificiale sempre più sensibili.

Molti fotografi lamentano l’uso quasi blasfemo della fotografia da parte di una fetta di consumatori sempre più ampia, e in parte hanno ragione: non ci si improvvisa professionisti con uno smartphone in mano, ma il rovescio della medaglia, se pensiamo ai progressi tecnologici portati dall’ Intelligenza Artificiale, è assolutamente conveniente per chi, come me, ama il proprio lavoro.

Leave a Reply